Valentina Perazzini: tra spirito di catalogazione ed emotività.

Velentina Perazzini è un’artista sensibile, anche al mondo che la circonda. Per questo la sua arte racchiude emozioni da cogliere.

Perché partecipare a Artimprendo?
Già da tempo pensavo di collaborare con delle aziende, in questo momento ad esempio sto partecipando a un progetto multidisciplinare con un ricercatore dell’Università di Trento, credo che sia nella mescolanza di attitudini che possano nascere idee nuove.

Cosa ti aspetti da questo progetto?
Mi aspetto di mostrare ai ragazzi che partecipano cose differenti, diverse da quelle che sono abituati a vedere tutti i giorni. Credo che gli artisti abbiamo questa capacità perché lo scopo con cui affrontano il lavoro è completamente altro, un universo che i ragazzi non hanno visitato nei loro percorsi di studio.

L’arte nell’impresa: cosa ne pensi?
Dev’essere un’occasione per un artista poter affrontare un percorso in certe aziende, collaborare con persone differenti dai professionisti del suo settore.

E nel fare impresa?
L’arte non ha finalità economiche, può generare idee o aiutare le persone a farlo, stimolare la mente a produrre innovazione: ecco l’aiuto dell’arte nel fare impresa.

Cosa ti aspetti dai partecipanti a Artimprendo?
Che interagiscano, che siano partecipativi, entusiasti, ricchi di idee da comunicare. Confido nella loro volontà di percorrere con me il percorso di realizzazione dell’opera.

Come definisci la tua arte?
La mia ricerca è un tentativo di riprendere in “mano” l’elenco e il catalogo. L’utilizzo di citazioni letterarie ha origine da un lato da un’ispirazione più personale ed intima, che porta poi i brani degli autori citati a suggerire possibili chiavi di lettura dell’opera, dall’altro lato questo citare contiene in sé anche un desiderio di analisi più metodica e distaccata, quasi un’operazione chirurgica di dissezionamento del testo, come ad esempio la selezione di specifiche parole utilizzate dagli autori, oppure, come nel caso dell’opera Leaves of Books, nell’estrazione di tutte le virgole da un libro. La scelta naturalistica ha dunque origine da un perfetto connubio-dissidio romantico-scientifico, che si colloca esattamente a metà strada tra l’emozione e la catalogazione seriale. Parafrasando Italo Calvino si scopre che è impossibile numerare un prato poiché il prato, così come il cosmo, è infinito. E la parola infinito ci porta immediatamente alla dimensione romantica del “sublime” mentre la numerazione e la tassonomia richiamano l’algebra e la biologia.

Descriviti attraverso alcuni aggettivi.
Mi divido tra uno spirito di catalogazione ed emotività, tra un lavoro concettuale e un’estetica che trova il suo posto. Sono metodica, calcolatrice, ma anche sensibile, emotiva.

Valentina Perazzini

Valentina Perazzini

Annunci

Deroma: vasi e natura.

Deroma ospita Artimprendo e la sua creatività, tra arte e impresa.

“Dedichiamo la nostra attenzione e il nostro lavoro al benessere della pianta creando vasi innovativi, funzionali e belli. Questo è Deroma: non solo un grande gruppo italiano con filiali e stabilimenti produttivi in tutto il mondo, ma anche e soprattutto una fucina di idee e soluzioni innovative per il gardening. Un luogo nel quale design e innovazione si impastano con terracotta e passione per dare vita ad oggetti unici.

Siamo Made in Italy, prodotto della creatività e della caparbietà italiana. Deroma nasce infatti nel 1955 dall’intuizione di unire la tradizione della terracotta veneta all’eccellenza tecnologica e industriale italiana. Quell’ispirazione, quell’idea fondante, sono ancora oggi l’energia che stimola e muove ogni nuova impresa di un gruppo divenuto leader mondiale nella produzione di vasi.

Un mix perfetto fra idee innovative, tecnologia all’avanguardia, stile e design, intelligenza produttiva, cura del dettaglio e capacità di non accontentarsi mai degli obiettivi raggiunti, tendendo all’evoluzione e al miglioramento costante.”

da www.deroma.it

deroma

Artimprendo è un progetto. E non solo.

Artimprendo è un progetto
che cresce con l’innovazione grazie alle idee di 12 ragazzi,
aspiranti imprenditori e liberi sognatori.

La crisi non è un limite per l’entusiasmo e il lavoro.

Il coraggio, la dedizione, la passione, l’arte e le emozioni
sono le onde del mare imprenditoriale.

Questo progetto lo dimostra ed è un percorso verso il futuro.

Citazione

Obiettivo di Artimprendo è creare nuove imprese e nuovi imprenditori attraverso le idee che nasceranno dal lavoro e dall’arte. Artimprendo è la passione che nasce da esperienze forti e innovative. È la scintilla che stimola idee imprenditoriali innovative e, perché no, anormali.

Artimprendo è una scommessa sul futuro. Unico limite? Puoi solo vincere!