Intervista a Serena e Francesco di AtelierFraSe: Artimprendo? Un esperimento sociale.

Perché Artimprendo?
L’idea del progetto si applica al nostro lavoro, allo stile delle nostre opere e del nostro fare arte. Siamo architetti e l’architettura è anche un’attività imprenditoriale. Il nostro mestiere è fatto di laboratori, artigianali e artistici, per realizzare progetti eterogenei. Quella di Artimprendo è un’esperienza universale e abbiamo colto volentieri questa opportunità quando Anna ce l’ha chiesto.

Dall’architettura, disciplina molto razionale, all’arte: come spiegate questa scelta?
Soprattutto nell’ultimo anno di architettura ci siamo appassionati all’arte. In architettura i processi sono lenti, molte persone sono coinvolte per portare a termine un progetto e realizzare un’idea, senza contare le normative e i tempi. Tutto questo contribuisce a rallentare il flusso del lavoro. Noi due vogliamo provare a fare qualcosa di diverso e creare un nostro modo di procedere.

Ora lavorate a Londra, che differenze esistono tra la capitale inglese e l’Italia nel vostro ambito?
A Londra nel mondo dell’arte contemporanea c’è molta offerta di lavoro e un’apertura alle novità, ma c’è anche molta concorrenza. Non è un paradiso, ma ci sono più possibilità di creare cose nuove e realizzare con meno difficoltà le idee dei giovani. Ci sono eterogeneità culturale, una maggiore flessibilità da parte del sistema per progetti in cui convergono diverse discipline. E probabilmente Londra crede di più nella creatività, o almeno investe in questo ambito più dell’Italia.

Cosa vi manca dell’Italia?
Le classiche cose che si dicono: il sole, il cibo, la famiglia… E la lingua: la ricchezza della nostra lingua. Quella inglese non ha le sfumature di quella italiana, è più macchinosa, formata da interazioni dirette.

Cosa vi darà Artimprendo, cosa pensate di imparare da questo progetto e dai ragazzi che vi partecipano?
Per noi è un vero e proprio esperimento sociale, perché Artimprendo raccoglie un potenziale umano enorme. Questi ragazzi hanno formazioni differenti e per questo saranno diversi i modi in cui quello che diremo verrà percepito. Stiamo intraprendendo una strada verso l’ignoto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...